Doues, paesino di media montagna in cui le tradizioni e le peculiarità, si sono conservate nel tempo, da sempre radicate nelle famiglie e nelle azioni quotidiane della sua gente.
 
Paesino rurale, in cui tutto, da sempre, ruota intorno al territorio e al suo sfruttamento rurale.
 
Piccolo paese, in cui la vita sociale è da sempre in fermento, grazie all’attività delle numerose associazioni operanti sul territorio, al lavoro dell’istituzione scolastica, dei vari gruppi di aggregazione e della biblioteca.
 
Cultura come tradizioni quali quelle agroalimentari, di costume e sportive, che ci permettono in determinati periodi dell’anno di avere una conoscenza intima del paese;
 
La realizzazione del pane nero, negli oramai storici forni frazionali;
 
La realizzazione dei famosi insaccati (saucisses, budins, motzetta);
 
Il carnevale con le famose Landzettes;
 
La rebatta, sport tradizionale oramai definito storico;
 
La Desarpa, la discesa del bestiame a fine estate dagli alpeggi a monte, verso le stalle di valle.
 
Cultura come eventi, occasioni soprattutto durante la stagione estiva, di conforntarsi all’interno di conferenze e dibattiti con esperti di vari settori;
 
Cultura, come esempi di architettura minore, con la presenza in molti villaggi  di tipiche case di montagna, dei canali irrigui storici, delle testimonianze storiche di un passato oramai remoto.
 
Doues: “ESSERCI” per comprendere ed apprendere una realtà di montagna, attraverso la sua gente, i suoi aspetti positivi e negativi, attraverso la sua quotidianità lenta a misura d’uomo, ma allo stesso tempo dinamica e aperta verso il futuro.
       



Torna al menù di accesso rapido